2014 Energy Forecast Translations - Italian


Previsioni energetiche di giugno 2014 – Cosa c’è di nuovo e cos’è possibile ora?

Ciao a tutti e benvenuti alle previsioni energetiche del mese di giugno 2014.

È una bellissima giornata qui oggi. Fa caldo, c’è il sole.

Nonostante ciò, l’energia più intensa con cui mi sento di iniziare queste previsioni mi porta a parlare del dolore. Si tratta di un’energia in crescita a livello collettivo per tutti e ho notato che si trova tra le questioni principali delle persone in questo periodo.

Ogni mese tengo una trasmissione dal vivo di Domande e risposte, accessibile ai membri del Portale e, a partire dallo scorso mese, a tutti. Negli ultimi tre mesi, ho notato che durante queste trasmissioni il tema costante che continuava a comparire attraverso le domande della gente era un’enorme quantità di dolore e panico.

Chiaramente gli ultimi mesi sono stati più intensi rispetto al passato. Tuttavia, come ho più volte ripetuto nel corso dell’ultimo anno, la cosa fondamentale da capire è che l’intensità al di fuori di noi non diminuirà. Quindi l’unico modo in cui possiamo effettivamente migliorare la nostra esperienza in relazione a tale intensità è imparare a lavorarci meglio o a lavorare con il nostro sé interiore, e spesso, sarà necessario fare entrambi.

Quindi, ad esempio, a chi di voi soffre per quello che sta succedendo sul pianeta suggerisco di dare un’occhiata alle azioni di attivismo relative a tali aree, un attivismo cosciente, così da aggiungere la vostra voce, la vostra energia a un tema che vi addolora.

Molti di voi risponderanno “Beh, ma da dove comincio? Ci sono così tante possibilità.” E quello che dico sempre se vi sentite sopraffatti da tutto quello che succede, ma c’è un argomento che vi appassiona in particolare è: andate in quella direzione. Ora, il problema che potreste avere è pensare “Ma in che modo questo può essere sufficiente? Come può essere abbastanza di questi tempi?”

Credo che a tutti noi capiti di chiederci se quello che facciamo è abbastanza; in particolar modo, le persone sensibili tra di voi che guardano il mondo e vedono che più aree cominciano ad avere bisogno di supporto.

Personalmente, questo pensiero mi sfiora sempre con il lavoro che svolgo nel mondo. Sono sicuro che molti di voi pensano lo stesso del proprio lavoro o del modo in cui vivete la vostra vita o del ruolo che state svolgendo all’interno della vostra famiglia. Questo ‘pensiero’ è parte della risposta collettiva a tutto quello che vediamo intorno a noi.

In questo momento, si respira un grande sentimento di urgenza in tutto ciò che è ‘esterno’. Tuttavia, mi sono reso conto che il modo migliore per essere utile nei confronti di ciò che sta succedendo in questo momento, è di essere il più possibile centrato. E alcuni giorni è più facile rispetto ad altri. (Risata)

Quindi chi di voi non sta cambiando in modo cosciente il modo in cui si relaziona al corpo o il modo in cui si relaziona ai comportamenti abituali, è arrivato il momento di farlo.

Ad esempio, se sentite di essere eccessivamente stimolati da ciò che sta accadendo nel mondo, non starete utilizzando un po’ troppo il computer? Perché in questo periodo sul computer sta apparendo una serie infinita di titoli terrificanti. Ad esempio, anche alcuni dei grandi siti Web di petizioni, che sottoscrivo regolarmente, mi inviano spesso e-mail con titoli del genere “Nuove terrificanti informazioni!”.

Ogni giorno nella mia casella della posta vedo parole come “terrificante, “orribile”, “urgente”. Ora, anche se gli autori di queste e-mail ritengono che la loro causa e il loro caso siano reali, quando sono sotto i vostri occhi ogni singolo giorno, il vostro sistema nervoso riceve tutta una serie di segnali. Occorre quindi usare discernimento e essere coscienti di quello che “assorbite” dal mondo esterno.

La cosa peculiare di questa epoca è che il motivo stesso che fa in modo che la coscienza si stia risvegliando più velocemente e che le persone stiano vivendo esperienze più profonde con se stessi, è che devono ritirarsi da ciò che sta succedendo fuori di loro. E a questo punto, o venite spinto a ritirarvi, da una malattia, una catastrofe o altre circostanze che vi obbligano a mettere fine alle vostre abitudini regolari OPPURE invitate voi stessi in quello spazio in modo cosciente e deliberato.

Sono consapevole che molti di voi si trovano in un vortice al loro interno e stanno rigirando e rimbalzando ciò che succede nel mondo a livello energetico.

Ad esempio, chi tra di voi è un genitore solo con due lavori, troverà difficile riuscire a ritagliarsi uno spazio per sé, rispetto forse a chi di noi non ha figli. Almeno noi, quando il lavoro è finito, tutto quello che dobbiamo fare è relazionarci con i nostri amici e la nostra famiglia e noi stessi. Non dobbiamo anche prenderci cura dei bambini e guidarli. Ho sempre detto che l’essere genitori è il lavoro più duro, estenuante e con il maggior numero di ore sul pianeta. Anche se tutti i genitori che conosco direbbero che è il più gratificante.

Tuttavia, in particolar modo voi che siete genitori, potreste avere alcune difficoltà con i vostri figli al momento.

State attraversando parecchia tensione sia nel vostro ruolo di genitore, ma anche nella vostra relazione con il mondo, perché i bambini che hanno, mettiamo, 20 anni o meno, non stanno soffrendo nel modo in cui stanno soffrendo quelli che hanno venticinque anni e oltre.

E sono in grado di gestire grandi livelli di stimoli provenienti dal mondo, una cosa a cui dovete ancora abituarvi. Quindi se vi ritrovate a vivere un divario energetico tra voi e i vostri figli in questo momento, ricordatevi che siete ancora connessi. State semplicemente attraversando questi intensi cambi da prospettive molto diverse, oltre alle vostre differenze generazionali.

Le persone stanno vivendo un periodo di forte stress e dolore. Alcuni mesi fa, in una previsione, ho detto ‘Non sono più gli anni 80’. Stavo un po’ scherzando, anche se esprimevo anche un fatto reale. Chi di noi si ricorda com’era la vita negli anni 80, negli anni 90 e nei primi anni 2000, vedrà come ora le cose sono completamente diverse. Si tratta di un cambiamento radicale a cui dobbiamo ancora adattarci e che non sembra voler rallentare.

Siamo quindi riportati veramente al momento presente come l’unico luogo in cui ritrovarci, anche quando le energie del passato circolano attraverso di noi al fine di liberarsi.

Perché anche se parlate a un ottantenne o un novantenne, vi parlerà della quantità di cambi che ha dovuto affrontare nella propria vita (e la trovo sempre una conversazione affascinante), il numero di cambi che ha attraversato paragonato a ciò che dovrà affrontare la nostra generazione sta accelerando.

E siamo giunti qui attraverso il codice DNA dei nostri genitori. Sì, siamo inoltre giunti codificati con gli schemi propri della nostra anima, ma anche attraverso una famiglia in cui esistevano già degli schemi di funzionamento che abbiamo accettato di provare al fine di crescere e guarire.

Quindi gli schemi delle persone in questo momento sono in fase di crisi o in fase di liberazione.

Ed è molto importante incoraggiare la modalità di liberazione.

Quindi se vi accorgete che mentre state guardando questo video siete in fase di crisi, sapete che dovete apportare dei cambiamenti. Al che, dalla comodità del vostro soggiorno, potreste immediatamente ribattere “Ma Lee, non posso fare questi cambiamenti.”

E in realtà, questo non è vero.

Non sto dicendo che le vostre circostanze non siano terribilmente stressanti o la situazione peggiore in cui vi siate mai trovati nella vostra vita, tuttavia ci sono SEMPRE piccoli cambi impercettibili che possiamo fare. Perché il problema è che, come umani, funzioniamo in base a degli schemi, una cosa che ho ricordato diverse volte, e siamo solo noi che possiamo cambiare questi schemi.

Un’altra cosa che potreste volervi chiedere è come fare a sostenere il corpo mentre la vostra mente e le vostre emozioni sono altamente imprevedibili in questo momento.
Di cos’ha bisogno il vostro corpo fisico?

Quindi, chi di voi dispone di un sistema nervoso elevato, una cosa piuttosto comune tra le persone sensibili, date un’occhiata ai supplementi che potrebbero aiutarvi a calmare il sistema nervoso. Ad esempio, il magnesio è un supplemento noto per essere in grado di calmare il sistema nervoso. Con una ricerca in Google, potrete trovare dei supplementi online non troppo cari, e queste cose possono fare e fanno una grande differenza nel modo in cui vi sentite.

Sostenere il corpo nel modo in cui sostenete l’anima, lo spirito e la mente è di vitale importanza di questi tempi.

Così come prendersi del tempo per rimanere soli con se stessi.

Ma per molti di voi questo mese c’è una sensazione permanente di:

“Devo cambiare qualcosa, devo cambiare qualcosa”.

E una parte di questo deriva dall’urgenza e dall’insensatezza che sentite nel mondo, perché molte persone sono influenzate da tutto ciò che succede e dagli enormi cambiamenti esterni che si stanno verificando giornalmente.

Ecco perché lo scorso mese, nelle Previsioni energetiche di maggio, ho insistito nel chiedervi di rendervi conto della quantità di energie caotiche e bisogni che state assorbendo dagli altri. In che misura assorbite l’ansia e la paura che emanano, che non possono far altro che destabilizzarvi o influenzarvi?

Quindi spero che molti di voi nell’ultimo mese siano riusciti in questo intento, riuscendo a far sentire la vostra voce. Ho spiegato che fare sentire la propria voce è una pratica molto potente. E’ una cosa che molti di voi hanno imparato a trattenere molti anni fa perché non vi piaceva catalizzare l’attenzione degli altri o essere quelli che provocavano la reazione negativa di tutti perché la vostra verità era diversa da quella della maggioranza.

Ma come ho detto il mese scorso, in generale la gente è più aperta ora rispetto al passato.

Quindi dire ciò che si pensa non solo reindirizzerà la loro energia e la loro attenzione, ma potreste anche aiutare le persone a cominciare a vedere e capire le cose che forse non avevano ancora capito.

Molti di voi lamentano il fatto (lo vedo spesso online) del “Perché la gente non è più sveglia? Perché la gente non è più sveglia?”

Se questo è ciò che provate, suggerisco di trasformarlo in “Desidero aiutare le persone a svegliarsi”.

Se pensate che le persone sono ancora ignare della realtà della fratturazione idraulica o di altre azioni atte a distruggere il pianeta, non ci sono giri di parole. Non ci sarà nessuna storia o mazzetta di un politico in grado di trasformarle in verità. Invece, occorre procedere e cominciare a educare le persone su questo argomento o sollevare l’argomento in una conversazione, invece di lottare o arrabbiarsi con queste persone per il fatto di non saperlo. Se sentite frustrazione, aiutateli a capire.

Siamo tutti sulla stessa barca, e tutti abbiamo i nostri limiti, tutti abbiamo le nostre zone d’ombra, è per questo che siamo una tribù.

Siamo una tribù mondiale che è stata divisa con successo dalla programmazione culturale, e attraverso il controllo dall’alto che abbiamo subito così a lungo.

E il motivo per cui molti di voi che sono persone sensibili stanno trovando questo periodo particolarmente difficile è perché tutta questa oscurità sta venendo alla luce.

Basta dare uno sguardo a quello che sta succedendo in alcuni paesi e alle atrocità che si dovrebbero ‘giustificare’ in nome della guerra o in nome del potere.

Quindi per quanto queste cose stiano succedendo, dovete ricordarvi che il ritmo con cui le stiamo osservando è completamente nuovo. Se ne avete da poco preso coscienza e iniziate a entrare in panico per quello che state vedendo, state entrando in modalità di panico.

Se tenete conto del fatto che tutto ciò ha un impatto incredibile per noi in questo momento e che STA destabilizzando le persone, potrete considerare questo stato di panico da una prospettiva leggermente diversa.

Ma come con ogni sentimento, se vedete che provate paura, entrate nella paura.

Non entrate semplicemente nei pensieri di panico che lo riguardano, scavalcando l’emozione ed entrando nella mente.

Entrateci veramente nel sentimento della paura.

È una cosa che ho già detto alcuni mesi fa. Se ho paura di qualcosa che sto vedendo nel mondo, la cosa migliore che posso fare come essere umano, invece di entrare in panico o di parlarne a tutti, è rimanere presente e sentire l’enorme paura che scorre attraverso il corpo. Perché ad un certo punto, quando si provano questi sentimenti in modo così volontario e profondo, verranno alla luce e vi lasceranno.

Potreste dire, ‘Beh, sono stanco di sentire questi sentimenti.’ Al che rispondo: allora dovete inoltrarvi in modo più profondo all’interno del sentimento.

E comunque sia, se state sperimentando problemi fisici, è una situazione molto diversa. Se vi sentite esausti a causa di una malattia fisica, è tutta un’altra storia. La malattia e le limitazioni fisiche possono rendere più difficile sentire il vostro spirito, o disporre di sufficiente spazio in voi stessi per lavorare con alcuni di questi principi.

Tuttavia, vi sono alcuni di voi che stanno guardando e ascoltando questo video oggi che si trovano nella terra di mezzo, oscillando tra la mente e i sentimenti profondi.

E questa è l’energia finale di cui voglio parlare oggi: la terra di mezzo in cui ci troviamo a livello collettivo in questo momento.

Ho menzionato prima che il dolore del passato è una cosa che chi di noi appartiene a una certa generazione sta elaborando. È strano guardare indietro, ad esempio agli anni Novanta e dire ‘Wow, le sensazioni e il modo di essere erano completamente diversi’.

A livello personale però, posso anche guardare indietro agli anni 90 e vedere che ora attorno a noi vi sono cose, determinati livelli di coscienza nelle conversazioni, nelle azioni e nell’apertura delle persone che non esistevano negli anni 90. Negli anni 90, questa coscienza più ampia stava in qualche modo iniziando a emergere.

È facile vedere il passato e sentirlo nel proprio corpo e averne nostalgia. Tuttavia ricordatevi che, forse tra dieci anni, avrete nostalgia di questo momento.

E il motivo per cui amo gli insegnamenti del non dualismo e delle persone come Toni Packer o Pema Chodron, che parlano di come il momento presente sia tutto quello che abbiamo, è perché noto che quando ritorniamo al momento presente, emaniamo, la nostra energia si riallinea e non siamo più bloccati in ciò che c’è all’esterno.

E non è facile per noi rilasciare ciò che c’è all’esterno. Quindi non siate duri con voi stessi durante questo processo, siate invece consapevoli di quello che sta succedendo e siate gentili con voi stessi. Utilizzate tutto questo per capire perché vi sentite confusi a volte, così da lasciare che questa confusione rimanga lì, senza aggiungere pressione o il bisogno di risolvere questa confusione.

La comunità spirituale è una comunità molto interessante perché mentre si può pensare che tutti quelli che ne fanno parte siano allineati, in realtà non lo sono. E se si dà un’occhiata da vicino, si vedranno delle grandi differenze tra cosa viene considerato spirituale o meno dalle persone.

Quindi vi sono persone che desiderano vivere al di fuori del corpo e scelgono di vivere soprattutto nell’etere. E amano cose come la canalizzazione o la meditazione, ma non hanno necessariamente un grande desiderio di entrare nel proprio corpo.

E d’altro canto, vi sono persone che vogliono solamente rimanere nel proprio corpo e non desiderano necessariamente aprire il loro chakra corona, il loro spirito.

E il punto di incontro tra questi due estremi è il luogo perfetto per tutti noi.

L’equilibrio tra i due, anche se l’ancoraggio a terra può essere più impegnativo di quello che pensiamo.

Questo è il lavoro che stiamo facendo tutti in questo momento, trovare l’ancoraggio nella terra di mezzo.

Si tratta di un’epoca molto particolare perché anche se la nostra coscienza si evolve in continuazione, tale crescita richiede anche una morte costante al nostro interno.

Dobbiamo rilasciare quello che provavamo riguardo a qualcosa.

Dobbiamo rilasciare quello che pensavamo riguardo a qualcosa.

E quando il mondo vi sta urlando ‘tutto è un po’ insicuro, le risorse stanno terminando, dobbiamo preoccuparci di questo, dobbiamo preoccuparci di quest’altro”, se state vivendo questo nel vostro mondo esteriore mentre contemporaneamente il vostro mondo interiore vi dice “Non so più chi sono”, ciò può generare paura.

A meno che non piantate i piedi a terra, viviate giorno per giorno e iniziate a dirvi ‘Ok, sono qui, sto respirando. Ecco questo momento. QUESTO MOMENTO è dove sto vivendo ora’.

Ecco perché dico sempre ricordate che potremmo morire domani, perché questa verità e questo ignoto ci aiutano a tornare verso noi stessi, a smettere di pianificare e preoccuparci per il futuro e tornare nel momento presente.

Ciò si nota benissimo con persone a cui è stata diagnosticata una malattia terminale. Improvvisamente si aprono. Cominciano inaspettatamente a vedere le cose che non avevano il tempo di vedere prima. E questo è uno dei grandi miti della nostra società attuale.

Parte del motivo per cui siamo così occupati al momento è che ci aiuta a distrarci dalle questioni principali. Il nostro mondo è stato concepito in modo da girare continuamente in tondo. Il lavoro, l’attività e gli stimoli, tutte cose che possono confondere i nostri sensi interiori.

Forse l’1% di cui sentiamo parlare non gira in tondo, oppure sì, lo fa anche lui, ma in un paradigma della realtà molto diverso dato dal potere e dal supporto finanziario. Chissà, non conosco nessuno nell’1%, quindi non ho informazioni a riguardo.

Tuttavia, occorre capire che siamo in un periodo in cui non dobbiamo solo farci trascinare dal flusso di tutto ciò che succede fuori da noi.

Ritornate a voi stessi.

Prendete le vostre decisioni anche se non sono in accordo con quelle del gregge.

Prendetevi del tempo per stare da soli.

Rendetevi conto che la danza spirituale-umana è in constante movimento. Non vivete solo nell’etere e non vivete solo nel corpo. State cercando di portare più coscienza dall’etere nel corpo. E nell’intento, non solo smuovete le cose per voi, ma le smuovete anche per le generazioni passate su questo pianeta.

Quindi, fermo restando quanto detto, è essenziale occuparsi del proprio benessere e stare attenti a ciò che si sente. E se notate che vi sentite troppo ‘accelerati’, allora dovete fare alcuni cambiamenti.

Altrimenti, vi lascerete semplicemente trasportare dalla corrente in accelerazione.

Quanto tornate a un senso di ‘casa interna’ e iniziate a fare le cose che vi aiutano a rallentare e calmarvi, ritornerete in un luogo in cui direte ‘Ah, posso respirare’.

Energeticamente, il fatto che vi tranquilliziate ha un effetto enorme per chi vi circonda. A livello energetico, starete creando un modello di calma di cui il mondo ha realmente bisogno in questo momento.

Allora sì, è un periodo pazzo e no, non rallenterà, ed è per questo che dobbiamo lavorare più che mai con il nostro se interiore.

Questo periodo, che è stato sempre previsto dalle mie canalizzazioni, riguarda un viaggio compreso tra il 2012 e il 2020.

Quindi chi di voi è arrabbiato e sta aspettando un po’ di calma esterna, vi invito a lavorare con voi stessi, perché altrimenti rimarrete arrabbiati e questa rabbia è destinata ad amplificarsi e ad annientarvi.

È ora di liberarci a partire da qui (Lee si tocca il cuore) e potrebbe voler dire vivere in un modo in cui non avete mai vissuto prima. Ma questa è la ragione per cui siamo qui, ogni singolo giorno, per vedere cosa c’è di nuovo e cosa è possibile.

Quindi, augurandovi pace e amore, spero che trascorrerete un buon mese.

L’ultima registrazione audio che ho terminato era in realtà una guarigione sonora. Questo mese saranno 10 anni dall’inizio di questo lavoro in pubblico e ho trascorso gli ultimi dieci anni a lavorare con le parole aiutando a smuovere l’energia per gli altri. Recentemente ho fatto un’incursione nella guarigione sonora, una vera gioia per me, dopo aver utilizzato le parole come vettore di energia, e le persone l’hanno veramente apprezzato.

Se siete interessati a sperimentare un cambio interiore mediante il suono e le tonalità piuttosto che le parole, date un’occhiata al trailer di Adventures in sound qui.

State bene e ci vediamo il mese prossimo.

Ciao ciao

Lee Harris




April 2014 Energy Forecast Translation - Italian
Ciao a tutti e benvenuti alle previsioni energetiche del mese di aprile 2014.


Questo messaggio è stato registrato il 2 aprile. Non si può certo dire che sia una giornata primaverile qui dove mi trovo, ma forse poco a poco ci stiamo avvicinando, vedremo. (Sorridendo)


Siamo ancora qui sul pianeta Terra, una cosa bella e inaspettata. E dico questo perché oggi vorrei affrontare due argomenti particolari.


Una cosa che ho ripetuto in diverse previsioni in questi anni è che non sappiamo mai quanto tempo ci rimane da vivere. Ed è vero, non sappiamo se saremo ancora vivi alla fine di questa giornata. E tuttavia, spesso ci fissiamo e ci concentriamo sulla vita futura piuttosto che sul presente. Nel corso dell’ultimo anno ho continuato a sentire persone che mi dicevano di essere agitate o preoccupate per cose che sentivano o sospettavano a proposito del futuro.


Per esempio, certi potrebbero parlare del risveglio di un vulcano previsto per un dato giorno o l’arrivo di un terremoto tra alcuni mesi. Oppure altre speculazioni sul futuro del mondo... e quello che desidero ricordare a tutti è che sono solo congetture.


Non sto dicendo che non potete credere veramente che una di queste cose possa succedere e che non dovete prepararvi all’evenienza in un modo che vi consenta di tornare a sentirvi a vostro agio.


Tuttavia, ho notato che molte persone stanno dando fiducia e sostegno ad alcune di queste date future alimentando il senso di paura che le circonda. Quando poi arriva quella data e non succede niente, ripetono la stessa cosa con un’altra data nel futuro di cui hanno sentito parlare.


Quindi quello che vi chiedo di osservare non è l’idea di date future, ma una cosa più vicina a voi, cioè la vostra paura in relazione a ciò che sta succedendo nel mondo.


Il mondo si trova ora in uno stato di accelerazione, caos e panico. E si capisce il perché. Ci sono varie cose che stanno accadendo che possono rendervi nervosi a proposito del futuro del pianeta, del presente del pianeta e dell’esperienza di vita delle persone.


Quindi se state vivendo in uno stato di paura e preoccupazione per il futuro, vi sentirete costantemente decentrati e impotenti.


Potreste chiedervi “Allora come faccio a calmarmi in relazione a questa cosa terribile che accadrà in futuro?”


E quello che dico è che, prima di tutto, sapete che non è ancora successo. Non sapete ancora quale sarà l’esito futuro. Anche per quelli di voi molto bravi nelle previsioni psichiche o futuristiche. Ho incontrato molte persone brave con queste previsioni, e alcune si sono avverate e altre no. Forse qualcosa è cambiato o era solo una possibilità invece di una certezza.


Chiedetevi allora se state vivendo nel futuro o se state vivendo nel momento presente.


Ovviamente il passato e il futuro devono fare parte della nostra relazione con il presente. Possiamo imparare delle cose dal passato che ci possono aiutare a fare delle scelte diverse in futuro. Sto tuttavia notando che molte persone, a causa dell’energia della paura sulla Terra e a causa del caos, abbandonano il proprio corpo dimenticando di vivere nel presente, non vivendo l’oggi, ma una sorta di “cosa ci riserva il futuro” e “qual è il pericolo futuro di cui dobbiamo preoccuparci.”


Suggerirei di pensare che la vita sulla Terra è molto più imprevedibile di quanto ci abbiano mai anticipato o insegnato. E questo viene da qualcuno che sta vivendo, in questo momento, in una regione piuttosto sicura.


In pratica, sto dicendo che gran parte di ciò che sta succedendo è dovuto al nostro condizionamento, alla convinzione di essere protetti da una grata (il mondo esterno) che sta ora cadendo e cambiando.


E con la sua caduta, potreste sentirvi un po’ nervosi per la mancanza di una rete di sicurezza.


Quindi se siete già nervosi per l’assenza di una rete di sicurezza e qualcuno arriva da voi a dirvi (grande respiro) “Yellowstone sta per eruttare! State attenti!” Quell’energia di paura nervosa dentro di voi avrà improvvisamente la percezione di una vera minaccia a cui aggrapparsi.


Provate quindi a identificare la differenza tra il punto su cui concentrate e rivolgete la vostra paura nella mente e la quantità di paura presente nel vostro corpo. Perché il modo migliore di gestire la paura è quello di lavorarci letteralmente come se si trattasse di energia e non di una storia.


Ad esempio, se in questo momento la vostra paura è riaffiorata perché sto parlando di alcuni argomenti che la innescano o sto parlando della paura che state vivendo, occorre allenare il corpo ad andare nella direzione opposta.


Potete prendervi letteralmente un momento per respirare (nel video Lee inspira in modo lento e profondo e poi espira lentamente) ripetendo l’azione alcune volte. Se vi prendete uno o due minuti di tanto in tanto per questi respiri continui, comincerete a regolarvi, a calmarvi e ad aprirvi.

Il problema per molti di voi sarà quello di non riconoscere quando venite influenzati dalla paura o dal caos di qualcun altro.


Se, per esempio, mi trovo in uno stato piuttosto tranquillo, ma poi vado a casa e il mio partner è lì e comincia a dire (parlando rapidamente) “Dunque, sono preoccupato perché potrei perdere il lavoro e cosa faremo per i soldi, eccetera eccetera eccetera”, sto interagendo con tutta quell’energia che proviene dal partner. E anche se mi trovo a un metro di distanza, è comunque nella mia zona. Quindi la domanda è “Questa situazione mi sta stimolando?”.


La domanda per voi è, in che misura venite stimolati dagli altri in questo momento?


Chi di voi vive una vita indaffarata con molta gente attorno deve sapere che sempre più persone si trovano in uno stato caotico rispetto a prima. Tuttavia, la differenza è che molti non si rendono conto del perché si trovano in questo stato o del fatto che stanno ponendo l’attenzione su alcune storie caotiche o angoscianti per poter elaborare le azioni del loro corpo interno. Il corpo interno sta dicendo “Ah, stanno per togliere la rete di sicurezza! Questa non è la Terra che pensavo.” Questa è una verità per tutti.


Quindi, in questo momento, il 2014, stiamo dando uno sguardo alle decadi future rendendoci conto che le cose saranno diverse. E questa è una certezza. Ogni giorno nascono soluzioni su come si arriverà a introdurre il “nuovo”.


Prestate attenzione a voi stessi e alla vostra vita personale, state creando costantemente il “nuovo” ogni singolo giorno. E noi come mondo, stiamo creando costantemente il “nuovo” ogni singolo giorno.


L’oggi è il punto di messa a fuoco. Molti di voi si sentono sopraffatti e spaventati da questo grande futuro di cui potete percepire o sentire l’arrivo. Tuttavia, dovete ricordarvi che quello che potete sentire o percepire è collegato a come vi sentite oggi.


A questo punto desidero condividere con voi un veloce esercizio. Ho appena creato una serie che si chiama ‘7 Days of Peace’, ovvero 7 brevi meditazioni giornaliere per aiutarvi ad accedere alla pace e a riportarla nella vostra vita. In una di queste meditazioni, parlo del “corpo vuoto”.


Allora ecco come funziona. Fate finta di essere vuoti al vostro interno. Immaginate di non avere organi fisici all’interno del corpo e oltre ad immaginare che il vostro corpo interno sia completamente vuoto e spazioso, includete anche un’area di circa 30 centimetri all’esterno del corpo, il vostro campo energetico. Considerate lo spazio interno ed esterno intorno a voi come il vostro corpo energetico vuoto.


Un rapido esercizio che potete fare alcune volte al giorno è immaginarvi all’interno del vostro corpo vuoto. Potete aiutarvi chiudendo gli occhi.


Innanzitutto, fate un bel respiro (nel video Lee fa un respiro profondo), poi usando l’immaginazione e i sensi, sentite il vuoto e la spaziosità al vostro interno.


In seguito, immaginate una luce proveniente dall’alto che scende attraverso la testa riempiendovi. La luce vi sta riempiendo.


Ora, un breve avvertimento, per chi di voi ha immaginato il proprio corpo cavo e ha improvvisamente pensato “Wow, sono pieno delle cose degli altri!”, consiglio di dire prima di tutto “Lascio andare tutto ciò che non mi appartiene. Lascio andare tutto quello che sto portando per gli altri”, o qualsiasi frase che vi viene in mente per rilasciare ciò che state portando per gli altri. Fate un rapido rilascio verbale, poi concentratevi sul corpo vuoto e fate entrare la luce.


E semplicemente respiratela, questa luce. Sentitevi semplicemente pieni per alcuni istanti. Per tutto il tempo che ritenete opportuno.


Questo esercizio è importante perché vi permette di ritornare a voi stessi per un periodo di tempo.


Ora, so che chi tra di voi è estremamente sensibile o empatico sta lavorando giornalmente su alcuni principi al fine di ridurre l’influenza degli altri. Ecco un esercizio che potete aggiungere al vostro kit di strumenti: immaginare voi stessi e solo voi stessi per un paio di minuti al giorno, un paio di volte al giorno. Solo voi e il vostro campo energetico.


Ciò vi permetterà di ritrovare il vostro senso di pace e equilibrio, oltre a fornirvi una forza a cui non potreste avere accesso se state cercando di trovarla nel mondo esterno in questo momento.


Forse siete abituati a ricevere la forza dai vostri amici, ma all’improvviso tutti i vostri amici sembrano essere in crisi così cominciate a farvi prendere un po’ dal panico perché il luogo a cui andavate per sentirvi bene (i vostri amici) non vi fa stare più bene.


Forse avete appena perso il lavoro e vi è stata portata via quella sicurezza che eravate abituati a sentire per il fatto di avere un lavoro. Vi sentite leggermente nervosi e vi chiedete “Che cosa succederà dopo?”


Questo livello di cambiamento sta avvenendo in tutto il mondo. Le cose che erano considerate zone di sicurezza per le persone, le cose di cui si aveva fiducia e le cose che si sapevano, tutto sta cambiando.


Quindi la cosa da fare è andare all’interno. E al nostro interno troviamo nuova forza.


Uno dei temi di aprile è proprio la forza.


Sì, dal punto di vista astrologico, è un mese molto forte, potete aspettarvi una serie di eventi esplosivi nel mondo e a livello personale. Ma l’aspetto di questi eventi esplosivi sarà molto diverso. Potrebbe non trattarsi della peggiore delle ipotesi a cui state pensando ora, si tratterà semplicemente di una forte energia.


Ciò significa che potete sfruttare la forza di questo periodo e condurre tale forza nella vostra vita. Ma solo se, ogni giorno, vi prenderete la briga di capire chi siete nel mezzo di questo pazzo pianeta. Posso vedere che attorno a me sta succedendo tutto questo. Posso sentirlo e esserne influenzato.


Ma mi devo anche ricordare che qui sono il sovrano, nel mio cuore (nel video Lee appoggia la mano sul petto). Ho un posto che non può essere toccato da nessuno. Anche se sto reagendo a quello che succede al mio esterno, esiste un posto al mio interno che è solo mio.


Quindi, questo mese, soffermatevi alcuni istanti per ritrovare il contatto con voi stessi.

E ciò che riceverete sarà una forza maggiore di quella che abbiate mai avuto.


Prendetevi cura di voi stessi e ci rivediamo a maggio!


Con tanto amore, arrivederci!


Lee Harris

Traduzione di Stefania Berra


Previsioni energetiche del mese di marzo 2014 - Trovare il momento presente in ogni istante...


Ciao e benvenuti alle previsioni energetiche di marzo.


È da qualche mese che non faccio una previsione. E così è bello rivedervi e sentire di nuovo la vostra presenza, e spero che stiate bene.


Questo è sicuramente un periodo molto intenso per tutti. Ho notato che nelle ultime 4-6 settimane le persone hanno condiviso alcuni tipi di esperienza diversi.


La morte è stato un tema molto importante. Molti hanno dovuto vivere la morte di una persona cara. Altri hanno dovuto affrontare la morte di un animale domestico. E poi il tema della morte in generale nel mondo, su scala globale, dove alcune regioni stanno affrontando un livello di conflitto superiore rispetto a quello che siamo abituati a vedere.


E, in secondo luogo l’ambiente, e tutto ciò che vediamo verificarsi attualmente nell’ambiente e le azioni chiaramente distruttive per l’ambiente.


Così, se vi chiedete perché state sentendo un’intensità crescente nella vostra vita (e per alcuni di voi si manifesterà come ansia), non occorre andare lontano per capire che esistono veri e propri stimoli per ciò che sta avvenendo.


Si tratta spesso di un soggetto delicato per noi esseri umani nella nostra sfera mentale. Perché se siete confusi, nervosi o timorosi relativamente a un aspetto della vostra vita, ciò che succede di solito è che la vostra mente comincia a diventare iperattiva perché sta rispondendo ai livelli di ansia presenti nel corpo.

Quindi, man mano che questa energia ansiosa si fa strada verso la parte alta del vostro corpo, i vostri pensieri cominceranno ad andare in tondo, pensieri che spesso chiamo ‘loop mentali ansiosi”. Questi loop si verificano quando cominciate a ossessionarvi con i dettagli e a ossessionarvi per le cose che succedono.


Ecco perché, quando vi rendete conto che state vivendo episodi di ansia e paura, è estremamente efficace e importante chiedervi “Come sta il mio corpo? Lascia stare cosa sta pensando la mente su quello che succede fuori di me o in un altro posto, ma come sta il mio corpo oggi?”


E nell’ultimo mese o giù di lì, anche se molte persone hanno riportato esperienze di vita più aperte e scorrevoli in alcune aree, molti utilizzano le parole ‘intensa’ o a volte ‘impegnativa’ per descrivere la loro vita quotidiana.


Se si dà uno sguardo alle profezie di migliaia di anni orsono su questo periodo della nostra storia, si è sempre parlato di un’epoca turbolenta e impegnativa. Tuttavia, in questo contesto, per coloro che ritengono che siamo anime che vivono spesso un’esperienza ripetitiva qui sul pianeta, questa è la ragione per cui molte persone in questo momento stanno sistemando delle cose nella loro vita oppure hanno il desiderio di farlo.


Per molte persone febbraio è stato un periodo molto intenso per quanto riguarda la depurazione o la pulizia o il cambio di alcuni aspetti della loro vita. C’è anche questo tema che va avanti già da un po’ per cui potrete sognare persone importanti nella vostra vita. Oppure nella vostra vita di tutti i giorni, potreste ritornare a dei ricordi del 2002 e a qualcosa che vi è successo a quell’epoca. L’esperienza di quel ricordo sarà molto diversa nel modo in cui la osservate e la sentite ora.


Quindi dato che il mondo esterno sta cambiando molto rapidamente, anche noi siamo chiamati a cambiare molto rapidamente nel nostro mondo interiore.


E un argomento molto, molto sentito che è uscito durante la trasmissione di Domande e risposte in diretta di due settimane fa sul portale (''The Portal'', il nostro club a iscrizione) era la ‘Paura’. La paura era in cima ai pensieri di tutti.


Tantissime persone hanno parlato della paura che sentivano nei confronti del mondo, della paura che sentivano al loro interno nei confronti della loro vita e della loro salute.


Sono questioni molto diffuse oggi. Non sono idee fantasma. Da qualunque parte si osservi il mondo, vi sono tante minacce quanto vi sono sostegni sia per il pianeta che per il sostentamento di tutti quelli che vi ci abitano: umani, animali e oltre.


Quindi una delle cose che ho imparato come sensitivo è che il sistema nervoso ha la tendenza ad amplificarsi se siete sensibili o avete la tendenza a esserlo.


Se riuscite a lavorare con il vostro corpo alcune volte al giorno in modo da ritrovare il centro e la calma, sperimenterete giornalmente livelli di fluidità e apertura maggiori.


Ciò è importante perché a livello energetico e pratico avrete molte più possibilità di poter portare a termine i tipi di cambiamenti che vorrete vedere nel mondo.


Uno degli argomenti che ricorre spesso su Internet tra le persone è: “Beh, perché l’amore per se stessi? Perché se ami te stesso, cosa succede all’amore per tutti gli altri?”


Chi di noi capisce i principi dell’amore per se stessi sa benissimo che quando si aumenta l’amore per se stessi, non si diventa più egoisti nei confronti degli altri. Anzi, è vero il contrario.


Può essere paragonabile alla protezione del proprio campo energetico in questo periodo. E per le persone sensibili tra di voi, potrete sentire molta empatia, a volte molto dolore nel vostro corpo come reazione alla sofferenza che osservate ora nel mondo.


Ma se perdete il centro e cominciate a entrare in questa paura e in questa sofferenza, vi ritroverete in uno stato barcollante. Se siete in grado di vedere e vivere l’energia della sofferenza al di fuori di voi stessi, ma siete poi in grado di ritornare a un luogo al vostro interno in cui vi sentite calmi, diventerete parte della trasformazione di quello stato di sofferenza.


Perché sarete in grado di mantenere un’energia pacifica e aperta che influenzerà in modo positivo chi si trova in uno stato di paura o sofferenza.

E andando oltre, anche coloro che sono dei militanti coscienti nel mondo, che lavorano in nome del pianeta e delle persone attorno a voi cercando di creare un futuro più sano e più sostenibile, trarranno beneficio dal prendersi cura del proprio sistema nervoso.


Quindi, se non praticate abitualmente attività come yoga o Qi Gong o altre “arti” meditative, che vi aiutano a lavorare con l’energia del corpo giornalmente, fermatevi alcuni istanti ogni giorno per chiedervi come vanno le cose, controllare il vostro sistema nervoso e osservarne il livello di stimolazione. Il mondo è altamente stimolante, come sappiamo.


Chi di voi è su Facebook, per esempio, riceverà moltissimi stimoli. Non sto dicendo che sia una cosa negativa, ma sono consapevole che è così per tutti noi, ad eccezione forse della generazione più giovane perché è nata con questo ritmo di vita.


Ma la maggior parte di noi, che non sapeva cos’era Internet nei primi anni della nostra vita e che non ha sperimentato la velocità dell’informazione e dell’assimilazione attuali, se si aggiungono tutte quelle informazioni che richiedono la nostra attenzione giornalmente, insieme all’aumento dell’intensità sul pianeta e nel mondo, comincia ora a capire perché molte persone vacillano al loro interno. Si tratta di una risposta istintiva e sensoriale.


Quindi un paio di suggerimenti rapidi: utilizzate le vostre meravigliose mani. Il sistema nervoso si tranquillizza rapidamente mediante il tatto. Basta pensare ai neonati, quando si prende un bambino che piange tra le braccia, è spesso possibile calmarlo.


Utilizzate quindi le mani iniziando dalla testa, posizionatele delicatamente sopra e attorno alla testa. Questa pratica si rivela particolarmente efficace quando notate che state avendo tantissimi pensieri, dato che i pensieri circolano in quell’area del corpo.


Supportate la testa prendendola tra le mani per alcuni secondi, proprio nell’area dove succede tutto. Basta collocare le mani in quel punto per alcuni secondi o alcuni minuti, per tutto il tempo che ritenete necessario.


Ciò vi aiuterà a riequilibrare tutta l’energia presente nel corpo che ha forse iniziato a sbandare in direzione degli altri o come reazione a quello che sta accadendo nel mondo. A questo punto proseguite fino ad arrivare alle spalle, poi portate le mani e spostatele su questa parte del petto continuando a spostarvi verso il basso. (Nel video, Lee fa una dimostrazione di tutti questi movimenti). Sto solo facendo una dimostrazione, ma voi potete spostarvi su qualunque punto del corpo che pensate ne abbia bisogno.


E mentre eseguite questi movimenti e cominciate a sostenere il torso e la testa mediante il tatto, vi accorgerete che ritroverete l’allineamento.


Per ottenere il massimo beneficio da questo esercizio, si consigliano 5-10 minuti di pratica, specialmente se eseguito alcune volte al giorno.


Recentemente molte persone hanno vacillato, sbandando rispetto al loro centro.


Ciò impedisce di essere lucidi al momento di prendere delle decisioni, non vi consente di essere utili, né a voi stessi, né ai vostri cari. Quando sbandiamo, quello che di solito succede è che continuiamo a cercare le risposte al di fuori di noi stessi. Continuiamo a cercare un sostegno o una soluzione al di fuori di noi stessi.


Tuttavia, si tratta semplicemente di uno stato di energia interno che ha bisogno di attenzione. Generalmente, non può essere risolto dall’esterno.


E se pensate alla velocità dei cambiamenti che stiamo vivendo, c’è molta carne al fuoco. Ho detto al mio amico l’altro giorno, “Non siamo più negli anni 80”. E abbiamo riso tutti e due un po’ nervosamente perché c’è un po’ di nervosismo nell’aria relativamente alla direzione verso cui sta andando il mondo.


Una delle cose che gli Z, le entità che canalizzo, mi hanno detto per anni è che la gente ha spesso paura del futuro, specialmente se si tratta di persone proiettate nel futuro.


Se siete persone abituate a usare le vostre capacità psichiche, la vostra intuizione, per vedere quali sono le possibilità di eventi futuri, potrete viaggiare verso una scena del futuro e trovarla terrificante.


Anche se, in realtà, vi addentrate in questo futuro senza sapere veramente ciò che sentirete se doveste effettivamente approdare a questa realtà futura che tanto temete perché il corpo in cui vi trovate può sperimentare solo fino al giorno d’oggi, il 4 marzo.


Quindi se mi faccio problemi per una realtà che si verificherà solo tra un anno, non mi sentirò pronto ad affrontare quello che succederà tra un anno. Ma, nel momento in cui vivrò quell’esperienza, da qui a un anno, avrò vissuto tutti gli altri giorni e mesi che mi avranno preparato energeticamente e mi avranno abituato a risiedere nel momento presente, e, tra un anno, avrò migliori possibilità di gestire questa situazione.


Se avete molta paura del futuro o paura che accada il peggio, il consiglio è di ritornare al momento presente. È l’unico luogo in cui possiamo esistere veramente.


Il venerdì della settimana scorsa, il cane di una delle mie migliori amiche è stato soppresso. Questa cagnolina era molto vecchia ed era giunta la sua ora, ma non avevo mai visto un umano o un animale morire. Le è stata fatta un’iniezione, era serena, molto felice nel momento di andarsene. È stata una bellissima esperienza. Durante le 24 ore precedenti, siamo stati tutti con lei, presenti. E questo cane ha fatto parte degli ultimi cinque anni della mia vita e ho vissuto con lei per due anni e mezzo. Così, quando se ne è andata, si è semplicemente addormentata. In cinque secondi, un momento stava guardando e subito dopo se n’era andata.


E anche se spesso devo ricordare a me stesso e a tutti che possiamo andarcene in qualsiasi momento (da parte degli Z che mi ricordano spesso che una vita umana può finire improvvisamente) e che quindi dovremmo cercare di apprezzare, sentire e vivere il più possibile in ogni momento; vedere la morte così da vicino è stata un’esperienza potente. E so che molti di quelli che stanno guardando avranno vissuto questa esperienza con altri esseri umani e/o animali.


E, ovviamente, ho avuto un momento particolare con il chakra cuore che si è aperto rapidamente al momento della sua morte, ci siamo messi tutti a piangere per la perdita di un essere caro nella nostra vita. Ogniqualvolta un essere amato esce dalla vostra vita, il vostro campo energetico si modifica, lo lasciate andare. È stato un sollievo per lei, perché non stava più soffrendo, e poi, nelle 48 ore successive, c’era una profonda consapevolezza dell’apprezzamento di ogni secondo. La cosa che dicono tutti quelli che hanno visto la morte.


Non sappiamo quanto tempo ci rimane. Non sappiamo quanto tempo ci rimane in quanto razza e non sappiamo quanto ci rimane in quanto individui. Ma se continuiamo a vivere con una necessità e un desiderio di essere qui ogni giorno continueremo a creare e a rinnovare la vita al meglio delle nostre capacità e del nostro più alto potenziale disponibile, come individui e per il pianeta.


Credo che al momento molte persone si sentono impotenti di fronte a ciò che succede. Tuttavia, voglio ricordare a tutti noi e a me stesso che l’energia che manteniamo giornalmente è molto potente.


Se, per esempio, vi sentite angosciati per quello che succede in Ucraina al momento, vi do un consiglio: sedetevi in un angolo della casa, pensate a quel posto, pensate alle persone che si trovano in quel posto e visualizzate la pace, mantenete un’energia di pace per quelle persone. Potreste essere in grado di influenzare una situazione mondiale in modo molto più efficace di quanto possiamo effettivamente comprendere.


Ci sono cose che possiamo fare giornalmente per coloro che sono lontani da noi e per coloro che sono vicini a noi. E la cosa più importante per tutti noi al fine di mantenere questa forza vitale è il mantenimento del nostro equilibrio nella vita quotidiana.

Perché quando perdete il vostro equilibrio e vi inoltrate nel caos umano, vi inoltrate nell’irritabilità dell’energia umana, molto presente in questo periodo, e avrete la tendenza a dimenticare la connessione spirituale verticale. Che è sempre con noi, è una cosa innegabile.


Quindi se, come umani, vivete sia con la connessione spirituale verticale che con la connessione esterna orizzontale, non solo avrete un’esperienza molto più ricca, ma avrete probabilmente un’esperienza superiore in tutte le vostre interazioni giornaliere. E tutti sappiamo che le esperienze più basse non ci fanno sentire così bene quando le stiamo vivendo.


A questo punto, vorrei invitare tutti voi a fermarvi un istante alla fine di questo messaggio per chiedervi, se vi siete sentiti un po’ giù di recente, qual è il vostro grado di coinvolgimento negli stati, nelle paure e nelle energie di basso livello degli altri.


E da qui il permesso di prendervi qualche momento ogni giorno per ritrovare il vostro centro.


Chiedetevi come vi sta andando su questo bellissimo pianeta su cui viviamo e chiedetevi cosa vi piacerebbe fare dopo, per voi stessi o il mondo.

Vi mando tanto amore e vi auguro un mese stupendo. Ci rivediamo in aprile.

Lee Harris 

Traduzione dall’inglese di Stefania Berra

No comments:

Post a Comment